CRIOCONSERVAZIONE

Gli specialisti del CIPA, durante i colloqui con la coppia, illustrano e raccolgono il consenso informato sulle possibili applicazioni delle tecniche di crioconservazione. Questo procedimento ha come finalità la conservazione di ovociti, spermatozoi e/o embrioni ottenuti attraverso trattamenti PMA, per poterli utilizzare in eventuali tentativi successivi, con ricadute positive sulla salute della donna e sulle probabilità di successo del trattamento PMA.

Il materiale biologico viene conservato in appositi contenitori, immerso in azoto liquido a -196° C e la temperatura è costantemente monitorata da uno specifico sistema di controllo di ultima generazione. A queste temperature si rallentano, fino a bloccarsi, i processi metabolici delle cellule in modo tale da consentire la loro conservazione per lunghi periodi. I contenitori di materiale biologico sono depositati in un locale dedicato ad accesso controllato, dotato di pass-box di comunicazione al laboratorio di seminologia.

Le tecniche di crioconservazione sono in continua evoluzione e perfezionamento ed il nostro Centro PMA CIPA aggiorna costantemente le metodiche utilizzate in base ai più innovativi standard disponibili.

La nostra équipe CIPA è a disposizione per informazioni e chiarimenti