PERCORSO  DELLA  COPPIA

I trattamenti PMA investono una sfera individuale tra le più sensibili e, come illustrato nella medicina della riproduzione, la nostra équipe di specialisti accoglie la coppia dedicando un attento ascolto alla loro storia clinica e alla componente psicologica - counselling PMA, condividendo la proposta del trattamento di cura.

Le coppie che si rivolgono alle cure della Procreazione Medicalmente Assistita - PMA provengono da un iter diagnostico, a volte denso di disagi, che ha portato all’accertamento della condizione di infertilità.

 

Il percorso dei trattamenti PMA è un percorso di cura complesso, che oltre a comprendere articolate e multidisciplinari indagini diagnostiche, attente valutazioni cliniche e specifici protocolli terapeutici, può prevedere interventi di chirurgia ambulatoriale, l’adozione di tecniche PMA di I o II livello ed il ricorso alla crioconservazione.

 

  • Prima visita e colloquio infertilità

    La coppia viene accolta dallo specialista ginecologo, Responsabile del trattamento PMA e vengono esaminate insieme le valutazioni cliniche e personali che hanno portato a considerare un trattamento PMA. Durante il colloquio il medico fornisce alla coppia una visione di insieme dei vari aspetti legati della riproduzione umana, sottolineando le potenzialità da incrementare e le criticità superabili.
    Vengono inoltre raccolti i dati relativi alla storia clinica della coppia, gli esami diagnostici eseguiti e le eventuali terapie in atto.
    Si predispongono eventuali approfondimenti diagnostici della situazione clinica della coppia, in collaborazione con l’équipe multidisciplinare dello Studio di Diagnosi Medica (SDM). 
    Si considera insieme un piano correttivo dello stile di vita, laddove ritenuto non adeguato alla fase preconcezionale che si sta intraprendendo, per ottimizzare le potenzialità di realizzare la gravidanza. 
    Vengono illustrate le tecniche PMA idonee all’ottenimento della gravidanza, con le relative percentuali di successo, i rischi ed i costi relativi ai diversi trattamenti PMA.

 

  • Visita di controllo – Incontro di riferimento per il trattamento PMA

    Il Responsabile del trattamento PMA incontra nuovamente la coppia, e vengono esaminati insieme e valutati i risultati degli approfondimenti diagnostici richiesti nella prima visita.
    Si condivide in dettaglio la proposta di trattamento PMA più appropriata da seguire, in considerazione dei criteri di gradualità, e nel rispetto della normativa vigente.
    Si individuano insieme le attività di cura complementari, da inserire nel percorso di cura per contribuire a rafforzare l’efficacia del trattamento da avviare.
    Si illustrano e si discutono le varie componenti dei consensi informati, che vengono consegnati alla coppia per consentire personali approfondimenti e riflessioni.
    I consensi firmati, in data antecedente almeno di sette giorni dall’avvio del programma terapeutico, devono essere riconsegnati alla segreteria CIPA.
    Si consegna alla coppia inoltre il modulo contenente l’elenco degli esami preconcezionali e propedeutici alle tecniche di PMA di I o II livello, da eseguire secondo le tempistiche indicate. I risultati degli esami devono essere necessariamente consegnati in fotocopia alla segreteria CIPA oppure inviate in formato elettronico a segreteria@ciparoma.it, rispettando le scadenze riportate sul modulo stesso, preliminarmente all’inizio del programma del trattamento PMA per un corretto svolgimento dello stesso. Infatti sulla base di questi ultimi e della proposta di trattamento condivisa precedentemente con la coppia, il Responsabile del trattamento, predispone il protocollo farmacologico, calibrato caso per caso a “misura della persona”.
    In conclusione si prospetta la cadenza delle fasi e delle tempistiche del trattamento PMA ossia il programma del trattamento PMA nella sua visione complessiva.

 

  • Incontro per "organizzarsi insieme"

    La équipe CIPA completato il primo inquadramento offre alla coppia, in questo incontro, un’ulteriore opportunità di condivisione degli aspetti connessi alla gestione operativa programma del trattamento PMA, per costruire con la coppia una relazione empatica ed una comunicazione efficace.
    In questa colloquio vengono chiariti, condivisi e definiti tutti quei dettagli, pratici e non, che inevitabilmente interferiscono con le organizzazioni quotidiane della coppia e che, se non bene esplicitati, possono alimentare dubbi, disorientamento e senso di abbandono.
    La nostra esperienza, nel corso degli anni, ci ha fatto rilevare come sia necessario e determinante seguire da vicino ma con discrezione la coppia nei suoi ritmi quotidiani.
    L’obiettivo è accogliere e includere tutti i pensieri che si affollano in questi momenti, evitando che possano influire in modo disfunzionale sui comportamenti, con ricadute non favorevoli al benessere psicofisico della persona ed al buon esito del percorso.
    È il nostro impegno accompagnare la coppia in questo percorso, con un’attenta considerazione dei molteplici ambiti coinvolti nei trattamenti PMA, per condurla a coadiuvare in modo ottimale le cure e ad instaurare quella alleanza terapeutica tra paziente e curante elemento imprescindibile per il successo del trattamento.

Approfondimenti: counselling PMA, trattamenti PMA 

La nostra équipe CIPA è a disposizione per informazioni e chiarimenti

ORARIO

Lunedì-Venerdì 7.45 – 19.30 

Sabato su appuntamento

Tel 0644231221 r.a.  

Fax 064402581

DOVE SIAMO

Viale Regina Margherita 270

00198 Roma

PRELIEVI

CONSEGNA CAMPIONI

Lunedì-Venerdì 7.45 – 10.00

Sabato su appuntamento

È possibile richiedere prelievi domiciliari previo appuntamento

RITIRO REFERTI

Lunedì-Venerdì 11:00 – 18:30

Sabato su appuntamento

Il ritiro dei referti può avvenire personalmente o con delega

Please reload

STUDIO DI DIAGNOSI MEDICA Srl, Viale Regina Margherita 270, 00198 Roma. CF: 07326350589, P.IVA: 01748351002. Direttore sanitario: prof. Michele Ermini

Autorizzazioni: Regione Lazio DCA n. U00601 del 16.12.2015, Determinazione Regionale n. G00007 del 4.01.2016 e  n. G13193 del 9.11.2016.